Contenuto principale

Messaggio di avviso

Contributo comunale a sostegno della locazione

Il Comune di Cesano Boscone intende attuare una misura sperimentale a sostegno delle famiglie per il mantenimento dell’abitazione in locazione e la prevenzione della morosità a fronte della onerosità crescente dei canoni di affitto e quindi, in prospettiva, al fine di contenere i rischi di sfratto e di emergenza abitativa. 

A tal fine, è stato approvato il seguente Avviso Pubblico con scadenza il 27 dicembre 2023:

 

Per essere aiutati nella compilazione e presentazione della domanda è possibile richiedere un appuntamento contattando il n° telefonico 02.48601893 (attivo dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00). Il supporto - gratuito - sarà garantito tramite uno sportello gestito in collaborazione con il “Comitato Inquilini Quartiere Giardino”, aperto presso la sede di via Acacie n. 5.  

Morosità incolpevole

 Erogazione di un contributo destinato agli inquilini morosi, destinatari di un provvedimento di intimazione di sfratto per morosità con atto di citazione per la convalida, in possesso dei requisiti e della condizione di incolpevolezza richiesti per l'erogazione del contributo messo a disposizione da Regione Lombardia ai sensi della D.G.R. n. 3438 del 28/07/2020 e della D.G.R. n. 5395 del 18/10/2021.
 Possono fare domanda tutti gli inquilini morosi incolpevoliresidenti a Cesano Boscone, titolari di contratto di locazione sul libero mercato, ivi comprese forme di locazione a canone calmierato comunque denominate. Sono esclusi i contratti a canone sociale (Servizi Abitativi Pubblici/Case popolari).
 

Fondo di rotazione

E' rivolto ai cittadini che, per problemi indipendenti dalla loro volontà, si sono trovati in difficoltà economica e non sono più riusciti a pagare regolarmente l’affitto di casa. Per l’accesso a questa misura, è richiesto un valore ISEE ordinario del nucleo familiare compreso tra € 3.000 ed € 26.000. Le persone interessate possono richiedere al Comune un prestito per coprire il debito da restituire tramite una rateizzazione molto agevolata senza interessi. Requisito essenziale è che siano in grado di riprendere il regolare pagamento del canone e spese accessorie.

Le persone interessate possono rivolgersi al Segretariato Sociale.

Servizi abitativi transitori